Ocriculum AD 168

Ocriculum AD 168

7-8-9 GIUGNO 2019 - VIII edizione
OCRICULUM  
L’ANTICO MUNCIPIO ROMANO DISTESO SU UN’ANSA DEL TEVERE. Una delle più importanti zone archeologiche dell’Umbria attuale è quella corrispondente all’antico centro di Ocriculum che, sorto dapprima in età preromana sull’altura su cui è ubicato attualmente...
PROGRAMMA
PROGRAMMA 2019 – Ocriculum AD 168 Il Programma dei tre giorni di rievocazione storica che riporteranno il Municipio di Ocriculum ai tempi dell’imperatore Marco Aurelio. Conferenze, spettacoli, musica e tanto buon mangiare al Thermopolium ad...
MANGIARE AL TEMPO DI ROMA
Come doveva essere andare a tavola coi romani? Quali i piatti più importanti dell’alimentazione nell’antica Roma? Riscoprire i cibi della cucina romana antica (e non solo!)  si può, nel Parco Archeologico di Otricoli in Umbria,...

ATTIVITA'

CASTRA LEGIONIS
Ci immaginiamo spesso una legione disposta sul campo o in marcia, ma la forza delle legioni derivava anche dalle sue fortificazioni, che fossero stabili o...
SCOPRI DI PIU' "CASTRA LEGIONIS"
IL MUNICIPIO ROMANO E LE SUE MAGISTRATURE
Molto si conosce in merito a quanto accadeva a Roma nell’antichità, meno conosciuti sono i sistemi all’interno delle città che, via via, l’Urbe annetteva o...
SCOPRI DI PIU' "IL MUNICIPIO ROMANO E LE SUE MAGISTRATURE"
LE STRADE ROMANE E IL MENSOR
C’è chi ritiene - a ragione - che le strade romane siano il monumento più conosciuto al mondo, ma chi sono stati coloro che le...
SCOPRI DI PIU' "LE STRADE ROMANE E IL MENSOR"
PORTO E COMMERCIO ANTICO
Il municipio di Ocriculum divenne presto un nodo strategico tra le vie di comunicazione che portavano all'Urbe e un fiorente centro commerciale dell'antichità: sia per...
SCOPRI DI PIU' "PORTO E COMMERCIO ANTICO"
SPETTACOLI
GLI SPETTACOLI ANTICHI Durante l'evento nel Parco Archeologico di Ocriculum, nei tre pomeriggi, si potranno assistere a diversi spettacoli antichi offerti dal magistrato locale. IL...
SCOPRI DI PIU' "SPETTACOLI"
RITI E RELIGIONE
OCRICULUM AD 168 TRA RITI E RELIGIONE ROMANA In quello che è uno tra i più importanti eventi in Umbria non potevano mancare quelli che...
SCOPRI DI PIU' "RITI E RELIGIONE"
LABORATORI DIDATTICI
CON LE MANI NELLA STORIA: OCRICULUM AD 168 E I LABORATORI DIDATTICI Immersi nello scenario di un Ocriculum del II sec. d.C. sarà facile imbattersi...
SCOPRI DI PIU' "LABORATORI DIDATTICI"
MERCATO ARTIGIANALE
IL MERCATO ARTIGIANALE E DIDATTICO A OCRICULUM Ocriculum AD 168 vuol dire cambiar gli euro in assi, sesterzi e aurei e significa anche entrare nell'area...
SCOPRI DI PIU' "MERCATO ARTIGIANALE"

OCRICULUM: L’ANTICO MUNICIPIO SUL FIUME TEVERE

Una delle più importanti zone archeologiche dell’Umbria attuale è quella corrispondente all’antico centro di Ocriculum che, sorto dapprima in età preromana sull’altura su cui è ubicato attualmente Otricoli, fu trasferito, probabilmente, in età repubblicana, nella piana sottostante presso una grande ansa del Tevere su cui si sviluppò il porto della città.

Il nome dovrebbe essere collegato alla parola greca ocris (monte), che avrebbe influenzato il nome umbro ocar e quello etrusco ukar (equivalente al latino arx).

Narra Tito Livo[2] che, dopo la battaglia di Mevania (Bevagna), rispetto alle tribù umbre sconfitte, agli abitanti di Ocriculum venne formalmente promesso che sarebbero stati accolti tra gli amici di Roma – “Ocriculani sponsione in amicitiam accepti”: è da questa data che la città iniziò a svolgere una funzione strategica come città di confine tra l’Umbria e la Sabina sia in ambito fluviale, attraverso il cosiddetto “Porto dell’Olio”, sia in quello terrestre, a seguito della costruzione nel 220 a.C. della Via Flaminia;[3] è da questo periodo che si suppone che la città, con le attività commerciali, si sposto lungo la riva del Tevere.

Sempre Livo narra l’episodio dell’incontro nei pressi della città, durante la seconda guerra punica, tra gli eserciti consolari di Fabio Massimo e Servilio.[4]

Fu ascritta alla tribù Arnensis, come documentato da diverse epigrafi rinvenute in loco e divenne municipio, retto da quattuorviri: nella divisione operata da Augusto assegnata alla Regio VI, di cui costituì l’estremo lembo verso la Sabina.

Le bellezze dei suoi dintorni la rendevano luogo adatto per villeggiatura: via aveva una villa Tito Annio Milone, amico di Cicerone e politico di spicco della metà del I sec. a.C. – infatti una delle accuse per l’uccisione di Clodio, fu quella di aver fatto trasportare armi per il Tevere, sino alla sua villa di Otricoli[5]; anche Pompea Celerina, la ricchissima suocera di Plinio il Giovane, aveva possedimenti a Otricoli alla fine del I se. d.C. In età imperiale ebbe vita fiorente con un’economia basata sull’agricoltura, sul commercio e sull’industria figulina: famose le note coppe a rilievo dette “Coppe di Popilio” e le fabbriche di tegole e mattoni di cui si conoscono i bolli, rinvenuti a Roma nel Tevere.[6]

Narra Tacito che, nel 69 d.C. durante la battaglia tra le forze di Vespasiano, futuro Imperatore, e Vitellio, Antonio Primo dopo aver radunato le insegne a Carsulae, ed essere passato indenne a Narni, raggiunge Ocriculum e si ferma per festeggiare i Saturnalia.

In età dioclezianea entra a far parte della Tuscia et Umbria. La città viene distrutta fra il 569 e il 605 d.C. durante l’invasione longobarda è da questo periodo, con le successive piene del Tevere che è fatto risalire l’abbandono della città bassa a favore di quella sul colle.

L’area archeologica oggi si sviluppa nei pressi del comune di Otricoli.

Nei circa 36 ha in cui si sviluppava il centro romano affiorano i resti di una grande costruzione forse adibita a magazzino, visto il vicino porto fluviale detto “dell’Olio”, delle terme risalenti al II secolo a.C., del teatro del I secolo d.C. e dell’anfiteatro del I secolo d.C., portati alla luce già nei primi scavi del XVIII secolo.

CURIOSITÀ & NEWS

CASTRA LEGIONIS
Ci immaginiamo spesso una legione disposta sul campo o in marcia, ma la forza delle legioni derivava anche dalle sue fortificazioni, che fossero stabili o...
Maggiori informazioni "CASTRA LEGIONIS"
23 maggio – ROSALIAE SIGNORUM
A partire dall’età imperiale, le legioni ebbero una loro festa che non rientrava in quelle civili, evento del tutto particolare che si svolgeva a maggio...
Maggiori informazioni "23 maggio – ROSALIAE SIGNORUM"
LE STRADE ROMANE E IL MENSOR
C’è chi ritiene - a ragione - che le strade romane siano il monumento più conosciuto al mondo, ma chi sono stati coloro che le...
Maggiori informazioni "LE STRADE ROMANE E IL MENSOR"